Mostra tutte le FAQ

B.5 Secondo quale metodologia deve essere effettuata la misura delle grandezze fisiche ambientali?

Preliminarmente alla misura delle grandezze ambientali è essenziale pianificare la misura relativamente ai seguenti aspetti:

  • periodo dell’anno e orario in cui effettuare le misure (vedi FAQ B.6);

  • numero e collocazione spaziale delle postazioni in cui eseguire le misure (vedi FAQ B.7);

  • posizione delle sonde nella postazione (vedi FAQ B.8);

  • numero di misure da eseguire in ciascuna postazione (vedi FAQ B.9);

  • durata della misura (vedi FAQ B.10);

  • durata del periodo da interporre fra due misure successive (vedi FAQ B.11).

Nel caso di valutazione del comfort (globale), la valutazione si fonda sui dati ricavati nelle singole postazioni, e di conseguenza non è necessario disporre di informazioni riguardo alla effettiva durata delle esposizioni nelle singole postazioni, e alla sequenza con cui tali esposizioni avvengono. Nel caso di discomfort locale è naturalmente indispensabile acquisire informazioni mirate all’identificazione spaziale e temporale della tipologia di discomfort in esame.

Al contrario, nel caso di esposizioni ad ambienti vincolati caldi o freddi è fondamentale effettuare sopralluoghi nella realtà lavorativa che si intende valutare, in modo da disporre di informazioni sul dettaglio temporale con il quale avviene l’esposizione.

Mostra tutte le FAQ
LOADING TIME: 0.022 s.
XS SM MD LG XL

info@portaleagentifisici.it