Mostra tutte le FAQ

D.2.1 Come deve essere strutturata e che cosa deve riportare la Relazione Tecnica di supporto al documento di valutazione del rischio da Radiazione UV solare?

Il Documento redatto sotto la responsabilità del Datore di lavoro a conclusione della valutazione del rischio sulla base della Relazione Tecnica deve essere datato con data certa o attestata e contenere quanto indicato all’art.28 comma 2 del D.Lgs.81/2008; in particolare identificare le opportune misure di prevenzione e protezione da adottare con particolare riferimento alle norme di buona tecnica e alle buone prassi nonché il piano temporale delle azioni per la minimizzazione e i soggetti responsabili ai fini dell'attuazione e sorveglianza. Si fornisce di seguito uno schema di riferimento per la stesura della Relazione Tecnica.

Contenuti generali della Relazione Tecnica

  • obiettivo della valutazione

  • luogo e data della valutazione / professionisti responsabili della valutazione;

  • luogo / reparto di lavoro oggetto di valutazione

  • individuazione delle attività outdoor ove si riscontra esposizione a radiazione UV solare

  • caratterizzazione delle attività / fasi di lavoro, durate di esposizione etc., che comportano esposizione a radiazione UV solare (UV index > 2);

  • elenco delle mansioni dei lavoratori esposti per ragioni professionali o di gruppi omogenei

  • presenza di fattori di incremento del rischio UV solare (vedi FAQ C.4) e modalità di controllo /gestione degli stessi

  • indicazioni inerenti le misure di tutela da mettere in atto (vedi FAQ D.1)

  • misure di tutela in ambienti/condizioni particolari (superfici riflettenti, assenza zone ombra etc.).

​Conclusioni con indicazione delle misure di prevenzione e protezione proposte

Vanno almeno riportati:

  • Le attività/mansioni che espongono a rischio UV solare,

  • gli interventi messi in atto dall’azienda e le procedure di lavoro da adottarsi in presenza di rischio UV solare (FAQ D.1),

  • le caratteristiche dei DPC, DPI, indumenti da lavoro da adottarsi nelle differenti condizioni espositive e le procedure di impiego degli stessi,

La protezione individuale dalla radiazione solare si articola su più livelli:

  • utilizzazione di indumenti il più possibili coprenti compatibilmente con le attività svolte (vedi FAQ D.3)

  • utilizzazione di copricapo/casco adeguati (D.3)

  • protezione per gli occhi (occhiali da sole) (D.4)

  • eventuale utilizzo di protezioni per la cute quali creme solari (Vedi FAQ D.5)

Il piano proposto per il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza raggiunti.


 

Mostra tutte le FAQ
LOADING TIME: 0.023 s.
XS SM MD LG XL

info@portaleagentifisici.it