Mostra tutte le FAQ

D.4 Quali sono degli esempi di ambienti utilizzati come locali di riposo nei quali il rumore deve essere ridotto a un livello compatibile con il loro scopo e con le loro condizioni di utilizzo (art.192, comma 4) del D.Lgs. 81/08? Quali criteri ai fini della valutazione dell'esposizione a rumore in detti ambienti?

Gli esempi più frequenti si ritiene siano associabili a:

  • locali o punti di riposo a bordo di pescherecci, traghetti, navi, aerei, bus e camion (questi con doppio autista) che operano su tratte lunghe;

  • locali di riposo utilizzati in guardia medica;

  • punti/box/locali di riposo/ristoro presenti in azienda.

 

 

Per garantire condizioni di riposo confortevoli in relazione alle diverse destinazioni d'uso dei locali destinati al riposo, i requisiti minimi da perseguire in termini del rumore di fondo (LAeq

dB(A) ) rilevato al centro del locale in assenza di persone ed in condizioni di normale esercizio dell'attività lavorativa sono indicativamente seguenti:

  • Locali di riposo destinati al sonno del personale: LAeq < 35 dB(A)

  • Locali di riposo destinati al ristoro o allo svago: LAeq < 50 dB(A)

  • Locali di riposo destinati a guardia medica: LAeq < 40 dB(A)

 

Tali livelli sono desumibili dalla vigente normativa tutela della popolazione dall'inquinamento acustico e dalle norme di buona tecnica in materia di requisiti acustici degli edifici.

Mostra tutte le FAQ
LOADING TIME: 0.008 s.
XS SM MD LG XL

info@portaleagentifisici.it