Mostra tutte le FAQ

A.0 Cosa sono le vibrazioni meccaniche?

In meccanica il termine  vibrazione si riferisce al moto di un corpo rigido vincolato intorno alla sua posizione di equilibrio stabile. Tale moto è di tipo oscillatorio. Qualsiasi forza esterna  applicata ad un sistema meccanico vincolato, ovvero qualsiasi  urto, o impatto è in grado di trasmettere energia meccanica al corpo stesso, con propagazione di vibrazioni al suo interno.

 

I principali parametri cinematici che caratterizzano le vibrazioni  sono:

·                frequenza (f) [Hz]: numero di cicli completi nell’unità di tempo;

·                periodo (T) [s]: intervallo di tempo necessario per completare un ciclo (reciproco della frequenza);

·                ampiezza (A) [m/s2]:: ampiezza dell’oscillazione

 

 

Figura 1 Parametri descrittivi dell’oscillazione meccanica che produce le vibrazioni

(Inail - Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale)

 

Nel contesto dell'igiene industriale, le vibrazioni vengono tipicamente quantificate mediante la quantità cinematica ‘accelerazione’. Pertanto l'ampiezza dell'oscillazione rappresentata in figura 1 è espressa in m/s2.

Le intensità e soprattutto le frequenze delle vibrazioni possono essere molto diverse a seconda della sorgente che le produce.

L’analisi dell’esposizione professionale a vibrazioni avviene con modalità distinte in funzione del distretto interessato. In particolare vanno valutate indipendentemente:

  • le vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio o HAV (acronimo dell’inglese hand - arm vibration);
  • le vibrazioni trasmesse al sistema corpo intero o WBV (acronimo dell’inglese whole body vibration).
Mostra tutte le FAQ
LOADING TIME: 0.021 s.
XS SM MD LG XL

info@portaleagentifisici.it